CSOE fonda il Closed Club

10 marzo, 2008

Visto che la propaganda Open Source è ovunque

Visto che esistono gruppi sul territorio, iniziative politiche, gruppi di pressione

Visto che di Open Source ne parlano sempre più spesso persone che non sanno cosa è fare un programma

Visto che tutti i piccoli programmatori, con le loro notti insonni e la loro creatività non hanno una voce, non hanno nessuno che li rappresenti.

Visto che non tutti sono daccordo con chi vuol regalare i programmi facendo pagare hardware o assistenza.

Visto che c’è ancora qualcuno che pensa che le invenzioni sono di chi le ha inventate ed i programmi sono di chi li ha scritti.

Per tutto questo fondo oggi il Closed Source, un club privato, esclusivo, clandestino, fatto di gente che non si conosce,  che vuol far sapere al mondo no, l’open source non è una buona idea.

Liberiamo i programmatori, non i programmi.

Ci sono delle regole, e se è la tua prima volta al Club : devi scrivere.

Annunci

13 Responses to “CSOE fonda il Closed Club”

  1. giorgio Says:

    Per un attimo leggendo ho pensato di essere su una pagina della Nonciclopedia!
    Errori grammaticali (“daccordo”) e disinformazione a corredo, davvero niente male.
    Vi supporterò.

  2. dd Says:

    che blog del cazzo

  3. Di ME Says:

    Sei talmente stupido che fai quasi pena, io lavoro con l’opensource e con quello che guadagno mi ci sono comprato la macchina e ci vivo. L’azienda per cui lavoro ha triplicato gli utili grazie a Linux e tante altre aziende di nostri clienti ne traggono beneficio. Chi programma software open lo fa per libera scelta e ci guadagna grassamente se vuole anche solo con le personalizzazioni.

    Poi questo orribile blog a cui non sai nemmeno installare una skin grafica e’ opensource e vive su di un server Linux. Vatti a nascondere piattola!

  4. Vecchia Volpe Says:

    Dopo quindici anni trascorsi, anche per il mio lavoro, in rete sui più disparati forum, newsgroup e network IRC di mezzo mondo non pensavo che sarei riuscito a trovare una persona più imbecille di tutti i vari imbecilli incontrati in questi tre lustri. Stasera mi sono dovuto ricredere dopo aver letto la cazzata immane argomento di questa pagina web.

  5. Di ME Says:

    Lo sapevo che eri cosi’ cagone da non avere coraggio di confrontarti in dibattito con qualcuno che non fosse allo tuo stesso livello di stupidita’. E non avresti pubblicato i commenti.

  6. r1348 Says:

    Giusto per coerenza, sei consapevole che WordPress, il publishing software su cui scrivi il tuo bel blog, è rilasciato sotto licenza open source? 😀

  7. Anonymous Says:

    lolol, fortuna che c’è ancora gente con il senso dell’umorismo 😀

    trollali tutti, siamo tutti con tè 😀

    cya


  8. Alla faccia… Il fisico della relatività aveva ragione…
    Sei la dimostrazione dell’infinita…

  9. Brembo Says:

    Se non esistesse l’open source tu non potresti neppure esprimere le c*****e che hai espresso fin’ora.
    Ma lo sai che lo stesso TCP/IP è la massima espressione del concetto Open?

  10. AR Says:

    Accidenti, Il comportamento dell’autore di questo blog dipende:
    1)o da un disturbo della personalità
    2)oppure ha preso semplicemente un regalino

    Per il punto 2) ci sono imprese che lo fanno. (ognuno è libero di fare quello che vuole qundi nn commento )

    Non è una trollata ve lo giuro. Esiste una categorie di persone che sono convinte di essere “esperti” di informatica perché grazie a windows cliccano e qualcosa succede.
    La loro convinzione è frutto delle lodi che ricevono dagli exrta-IT che, a fronte di una semplice cambio di risoluzione del video, emettono elogi che con il tempo condizionano la percezione del soggetto. Negli ultimi anni però ci si sta accorgendo che l’informatica non è solo windows. Quando soggetti come l’autore di questo blog vengono interpellati per la risoluzione di un problema per il quale non esiste l’opzione grafica del tipo “avanti, aveanti, … fine”, non potendo reagire in maniera adeguata al problema tecnologico, come reazione hanno questa sub disturbo bipolare che li porta ad aprire un blog come questo. Lavoro in questo campo da un sacco di anni e di soggetti come questi ne conosco a kili. I dirigenti, mano a mano che si rendono conto del problema , e mano mano che si rendono conto che soggetti come questi non giovano all’impresa ma creano, inconsapevolmente, problemi che si risolvono solo con l’acquisto di ulteriore licenza di qualsivoglia natura, tendono a metterli da parte ad a deresponsabilizzarli.
    Occhio che non è una stupidaggine, è un vero e proprio problema sociale.

  11. eeecp Says:

    perfettamente d’accordo con closedclub.
    ti ho messo tra i feed RSS 🙂

  12. m477 Says:

    L’70% dei programmi che ho sul mio Mac sono opensource… A questo blogger dovelloso non do la minima considerazione, dato che tu considera winzoz $vista il miglior sistema operativo del mondo… questo l’unico blog peggio di quello di aranzulla
    

  13. m801 Says:

    E il 30% che manca?
    Non dirmi che leopard è open?? Non puoi nemmeno sceglierti l’hardware perche di obbliga a usare quello apple!
    Almeno io uso linux e ho 100% open.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: